L.A. EYEWORKS

lae1-300x300

La storia della L.A. Eyeworks comincia a Los Angeles e arriva a Danta. Se vi state chiedendo dov’è non preoccupatevi. Non lo sa (quasi) nessuno. Danta è un piccolo paesino del Cadore che sembra sbucare dalla cima estrema delle Alpi. Lì c’è la famiglia Menia. E proprio a loro si sono rivolte due designer di occhiali, Barbara McReynolds & Gai Gherardi, partite da Los Angeles per sviluppare delle linee di prodotto artistiche e di alta tecnologia. «Lavoriamo con la famiglia Menia da più di 30 anni – spiegano – quando li abbiamo incontrati avevano appena comprato il robot per produrre le montature e dato avvio alla fabbrica. Durante la nostra prima visita per riuscire a trovarli abbiamo guidato, guidato e guidato. Continuavamo a pensare che forse lassù non c’era proprio nessuno. Ma eccolo là, questo paesino apparire dietro il monte. Da lì non ci siamo mai più staccate». Sono tornate poi, molte volte, nel Cadore. E hanno sfruttato la tecnologia (sì, proprio quel robot che nella loro prima visita era stato appena acquistato dalla famiglia) fino in fondo. Seguendo l’ingegnosità e la creatività di Luigi e della sua squadra. Barbara McReynolds & Gai Gherardi prima di arrivare in Italia producevano occhiali anche in Francia ma poi hanno deciso di spostarsi definitivamente oltre confine. Hanno cominciato solo da qualche anno una produzione in Giappone. «La nostra produzione è basata sull’alta precisione della lavorazione ma quello che produciamo con i Menia è diverso. Sono montature che cominciano con una macchina e finiscono con uno straordinario calore. Hanno un’anima, se così possiamo chiamarla».
0

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cart